Le ombre dell’anima

22 08 2013

Ciao Amici internauti! Sono stato lontano un paio di giorni dal mio blog e già ne sentivo la mancanza.  Ma un po’ l’apatia di agosto (con ancora la mente che vaga per le spiagge e che nuota nel mare) e un po’ dei doveri inderogabili mi hanno bloccato. Passo veloce oggi e posto un racconto breve breve che scrissi tempo fa e che mi ha ispirato recentemente un racconto più lungo e articolato, genere giallo-noir.  Ve lo lascio qui sotto.  A presto, EMS

Era una notte buia e tempestosa, come quelle dei migliori romanzi noir. Manco un cane in giro. Era già gennaio e faceva molto freddo. Umberto Dei Genovesi camminava a passo veloce lungo il marciapiede lastricato. Il suo respiro affannato formava nuvolette di condensa bianca. In lontananza l’eco di tuoni e i bagliori di lampi anticipavano un imminente temporale. L’avvocato Dei Genovesi non aveva con sé l’ombrello. L’aveva dimenticato nel suo ufficio di Via Manzoni da dove era appena andato via. Rincasava, l’avvocato De Genovesi. Un paio di pantofole comode e un buon pasto erano il suo desiderio imperante in quel momento. Ma prima doveva sbrigare una commissione di importanza vitale.  Sapeva di aver sbagliato. Cominciava solo ora a capire il male che aveva procurato con la sua condotta. Ma non c’era più tempo ormai. Il danno era stato fatto e lui non aveva alcuna intenzione di assumersi alcuna responsabilità per quello. Attraversò quasi di corsa una piccola piazza con al centro una fontana centenaria. Si infilò nel solito vicolo. Il Centro storico della città era pieno di vicoli. E proprio in uno di questi vicoli, bui e umidi, la lama di un coltello da macellaio, veloce, metallica e fredda, penetrò il ventre dell’Avvocato. Si tinse più volte di rosso e lasciò a terra il corpo lacerato di De Genovesi mentre un’ombra fuggiva silenziosa nella notte. Proprio una notte buia e tempestosa. Delle peggiori. Cominciò a gocciolare. Il buon pasto di De Genovesi si raffreddò quella notte. Come il suo corpo esanime.

Enrico M. Scano

Annunci




Il bagnino non si scorda mai

19 08 2013

Eccomi in versione bagnino di salvataggio qualche anno fa, nella spiaggia dove lavoravo.  Tante estati passate allo stabilimento balneare, ferragosto troppo affollati, bagnanti imprudenti. Ma anche tante belle storie, tante amicizie e qualche bel ricordo. Il tutto in uno scenario comunque incantevole.  Non si può dimenticare.  EMS

bagnino bagnino2 masua2





E alla fine ho ceduto

17 08 2013

E alla fine ho ceduto anche io. In queste giornate dove tutto è fermo e il tempo sembra non passare mai, ho ceduto anche io al mare.  Non mi sono buttato in una di quelle terribili spiagge affollatissime però. Ho preferito rifugiarmi nel mio eremo fra le rocce, proprio davanti al mare. Quasi in solitaria, pochissimi i presenti. Si stava così bene che a quest’ora se il sole non fosse tramontato sarei ancora lì, sulle mie amate rocce.  EMS

IMG_2341

Sirenetto fra le mie amate rocce

IMG_2314 IMG_2322 IMG_2346

 





Noia di Ferragosto

17 08 2013

L’aria è immobile, i negozi sono chiusi, le strade sono deserte. Accendi il pc e ti connetti alla Rete: e pure online scopri il vuoto. Il popolo è diventato il Popolo del mare e delle vacanze e se nei giorni di Ferragosto non sei dei loro e non sei al lavoro la Noia è assicurata. Garantita. Tutto funziona al minimo, i tg continuano a dare notizie pessime e c’è caldo. Le uniche àncore di salvezza: un ventilatore, un buon libro e un lungo sonno. Aspettando Settembre. EMS





Il peccato e non il peccatore

17 08 2013

Qualche giorno fa una mia amica giornalista mi raccontava di aver fatto da moderatrice all’evento di presentazione del nuovo libro di un noto scrittore italiano. Alla fine della serata la mia amica gli ha chiesto se potesse avere una copia del suo libro. A quel punto il caro scrittore le ha risposto che -no – non la poteva avere dal momento che tutte le copie presenti erano quelle destinate alla vendita al pubblico e non copie omaggio. Quando si dice che la classe non è acqua. EMS





Ai tempi de LA VOCE

14 08 2013

DSC_0027 Eccomi quando lavoravo nella redazione del giornale LA VOCE. Redazione in versione natalizia. EMS





Un astrofisico al lavoro

13 08 2013

astrofisico








Silva Avanzi Rigobello

I tempi andati e i tempi di cottura

Serenamente Inquieta

Vita vergata e raccontata "vero su bianco"

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Da sempre vibra dentro Amore

tuttavia, la Poesia

Misky - Andrea Ibba Monni

Attore e spettatore di una vita tra palco e realtà

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

....all i want to....

LETIZIA CURSIO

Sogno Australiano - Australian Dream

Un salto, forse un tuffo. Sperando di poter tornare...

TUTTOLANDIA

"...il posto che mi piace si chiama mondo..."

Marisa Cossu

"Vola alta parola"

adriano porqueddu

journalist, tv presenter, communication consultant. official website

giuseppecartablog

...Aspettando SANTANDER, un libro BIANCO...!

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

Wanted One Dollar

Di tutto e di meglio... Un contenitore che va alla ricerca di notizie!

Sara Usai

Art...eggiando

ladimoradelpensiero

La lettura é il viaggio di chi non puó prendere un treno. (Francis de Croisset)

Tra le righe

pensieri, parole, pagine, emozioni

L'AlTrO (lato)

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

La tana di Corniola

Appunti di viaggi interiori in continenti ancora da esplorare, riflessioni, cambi di umore e ricerca di sé in un luogo di odori familiari e colori lontani.